Blog

Effetto della curcumina sullo stress ossidativo indotto dall’esercizio fisico

Lo stress ossidativo (OS) e l’infiammazione possono essere dannosi per l’esercizio fisico e la salute. L’OS è il risultato di uno squilibrio tra le specie reattive dell’ossigeno (ROS), le specie reattive dell’azoto (RNS) e gli antiossidanti. Gli antiossidanti endogeni fungono da meccanismo protettivo contro gli effetti dannosi del ROS. Gli antiossidanti endogeni possono anche essere regolati tramite l’esercizio, che stimola un OS acuto e una risposta infiammatoria. L’allenamento di resistenza (RT), che coinvolge le azioni dei muscoli eccentrici, provoca anche una risposta al sistema operativo che [...]

Curcumina: protettore dell’esofago

La curcumina, il principio attivo fenolico naturale del rizoma di curcuma (Curcuma longa), è utilizzata, in Asia, come rimedio a base di erbe per una varietà di malattie. Simile al peperoncino, la curcuma è comunemente usata nella cucina asiatica per dare il colore giallo, per insaporire e per conservare. Nell’antichità essa veniva anche utilizzata per il trattamento di malattie gastrointestinali (GI) come indigestione, flatulenza, diarrea e persino ulcere gastriche e duodenali. Recentemente, è stata prestata grande attenzione alle applicazioni [...]

La curcumina nel trattamento della stomatite aftosa

La stomatite aftosa ricorrente (RAS), comunemente nota come ulcera aftosa, è una malattia piuttosto comune che si presenta nella cavità orale. È caratterizzata dalla formazione di ulcere solitamente solitarie o multiple, molto dolorose nella cavità orale e nella parte di gola superiore. Le ulcere di solito hanno un aspetto tondo o ovoidale, con margini circoscritti e pavimento giallo o grigio, circondate da aloni eritematosi. Si tratta di una malattia multifattoriale che può verificarsi in seguito ad infezioni batteriche, come l’infezione da Streptococcus sanguis, per anomalie immunologiche, per [...]

Microbiota intestinale: bersaglio terapeutico per la curcumina

Numerosissimi sono gli studi che hanno dimostrato e dimostrano che la curcumina, e tutto il rizoma della curcuma, hanno effetti positivi nel prevenire e curare malattie croniche, come disturbi gastrointestinali e neurologici, diabete e cancro. Molti effetti sono stati riscontrati sul cambiamento del microbiota intestinale, spesso fonte di problemi di salute, anche gravi, quando non in buone condizioni. Tutte le mucose umane, esposte al contatto con l’esterno, presentano un ambiente ospitante diverse comunità microbiche, composte principalmente da batteri, ma anche da virus, funghi, [...]

Prodotti naturali per la salute e la gestione dell’osteoartrite

  La prevalenza dell’osteoartrosi (OA) del ginocchio, dell’anca e della mano è stata stimata tra il 20% e il 30% nella popolazione adulta. Quella nel ginocchio è la forma più comune; la sua prevalenza aumenta nel corso della vita e risulta essere una delle principali cause di disabilità.I trattamenti farmaco-terapeutici a lungo termine, attualmente disponibili per coloro che soffrono di OA, offrono un beneficio limitato, aumentando potenzialmente l’impatto negativo della malattia, e l’identificazione di nuove opzioni di trattamento richiede una [...]

La curcumina per la guarigione delle ferite

La pelle fornisce una barriera naturale contro l’ambiente esterno ed esercita una varietà di funzioni protettive essenziali. Quando la sua integrità è compromessa da lesioni, acute o croniche, l’organismo avvia un processo multi-step e dinamico cercando di riportare il tessuto alla guarigione. L’obiettivo immediato, nella riparazione delle ferite, è quello di raggiungere l’integrità e l’omeostasi del tessuto, e il processo naturale comprende quattro fasi sovrapposte ma ben definite: emostasi, infiammazione, proliferazione e rimodellamento. L’emostasi è l’aggregazione piastrinica, cioè la [...]

Curcuma e carie dentale (curcumina come agente antibatterico: effetti sul metabolismo e la formazione del biofilm dello S. mutans.)

Lo Streptococcus mutans (S. mutans) è stato dimostrato essere il principale fattore eziologico della carie dentale. La curcumina, prodotto naturale, ha dimostrato avere attività antibatteriche terapeutiche, e questo la rende soggetto di interesse clinico. E’ stato fatto uno studio in cui l’obiettivo era quello di valutare gli effetti inibitori della curcumina sul metabolismo e sulla formazione del biofilm dello S. mutans, usando un modello di biofilm in vitro in un ambiente orale artificiale. Questo biofilm è stato trattato con [...]

Ruolo della curcuma nella gestione dell’osteite alveolare

La definizione di ferita si riferisce ad una rottura cellulare, di continuità tissutale, anatomica, come l’interruzione della continuità della pelle o di una mucosa. Può essere anche definita come la rottura della continuità funzionale di un tessuto vivente funzionale. L’origine della ferita può essere meccanica, chimica, termica, microbiologica, immunologica e diventa spesso via di accesso di microrganismi potenzialmente dannosi. L’alveolite secca (osteite alveolare) è una condizione dentale dolorosa che può verificarsi dopo aver estratto un dente permanente. Normalmente si [...]

Il ruolo del selenio nello stress ossidativo e nella sindrome da malattia non tiroidea (NTIS).

Il selenio è un oligoelemento, classificato nutrizionalmente come micronutriente essenziale, essenziale per il mantenimento di una condizione di buona salute. E’ coinvolto nella regolazione di diversi processi metabolici, quali la protezione dallo stress ossidativo, la risposta a dei segnali redox, la risposta immunitaria e il metabolismo degli ormoni tiroidei.  Le funzioni biologiche del selenio sono mediate dall’incorporazione di questo nelle selenoproteine, proteine prevalentemente localizzate nel tessuto tiroideo, organo che ha la maggiore concentrazione di selenio nel corpo. Il selenoproteoma [...]

Effetti biologici del selenio su cellule tumorali

Il selenio è un oligoelemento essenziale importante per molti processi fisiologici, in particolare per le funzioni dei sistemi immunitario e riproduttivo, il metabolismo degli ormoni tiroidei e per i processi antiossidanti. La carenza di selenio si manifesta solitamente con un’aumentata incidenza di ritenzione di placenta, metrite, mastiti, aborti, diminuzione della fertilità e aumento della suscettibilità alle infezioni. Nei vitelli, negli agnelli e nei bambini, la carenza di selenio è dimostrata dalla WMD (malattia dei muscoli bianchi), nei suini provoca [...]