Ruolo potenziale di composti naturali contro l’invecchiamento cutaneo.

Ruolo potenziale di composti naturali contro l’invecchiamento cutaneo.

L’invecchiamento della pelle è un fenomeno biologico inevitabile che avviene nel corso della vita umana, e l’avanzare dell’età porta a dei cambiamenti in tutti i componenti del sistema integumentario con conseguenti segni sulla pelle. L’invecchiamento della pelle è dovuto principalmente a due processi, un processo intrinseco (cronologico), ed un processo estrinseco (foto-aging); il secondo processo, foto-aging, è una conseguenza dell’esposizione alle radiazioni ultraviolette. Nonostante, negli ultimi anni, le condizioni economiche siano in generale peggiorate, il mercato della cura della pelle, basato su prodotti naturali, non ha subito grosse variazioni, anzi, continua a vedere una forte crescita. Proprio in questo contesto risulta essere molto attiva la ricerca di agenti antinvecchiamento in natura e, negli ultimi anni, sono stati studiati numerosi prodotti derivanti da piante. L’attenzione si è focalizzata su 35 famiglie di piante, e sono state studiate una grossa varietà di fitomolecole derivate in particolare da polifenoli, triterpeni e classi di steroli; molte hanno dimostrato un’attività promettente. Particolare interesse hanno suscitato l’acido carnosico, la curculigoside, la curcumina, l’acido glicirrizico, il mangiferina, il mirkoina, l’asiaticoside, l’acido rosmarinico, il teorigenoina, il tirosolo che hanno mostrato la capacità di inibire la tirosinasi, l’ialuronidasi, l’elastasi e la collagenasi, di contrastare la formazione e l’attività dei radicali liberi, di prevenire la perdita di acqua trans-epidermica, e contribuire a proteggere la pelle dalle rughe e dall’invecchiamento in generale. Gli estratti di maggiore interesse appartengono alla famiglia delle Fabaceae, Asperaceae e Zingiberaceae, e risultano essere maggiormente promettenti per lo sviluppo e la produzione di prodotti efficaci. In particolare, la , nei fibroblasti umani, è in grado di prevenire la formazione di disolfuro legati allo stress, fornendo quindi, una protezione nei processi di trasformazione causati dall’ossidazione, contro l’invecchiamento e la funzionalità cellulare.

 

Per approfondire la lettura:

Tundis R, Loizzo MR, Bonesi M, Menichini F.

Potential role of natural compounds against skin aging.

Curr Med Chem. 2015;22(12):1515-38.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *